Hikikomori - Soli davanti ad uno schermo

March 9, 2017

Loro dicono di stare bene, di sentirsi felici così, senza avere nessun contatto diretto con il mondo esterno a passare il loro tempo tra internet, videogiochi, libri, televisioni. Dall'esterno vengono visti come dei disturbati, dei malati mentali o dei viziati, ai quali i genitori non riescono a dire "esci di qui e vivi". Ma la questione non è così semplice.
La società difficilmente potrà aiutarli, invece la famiglia può farlo ma serve che sia disposta a mettersi in totale discussione e a “riformarsi”, termine che racchiude significati impegnativi. Se esiste questa volontà anche la figura del terapeuta assume un ruolo più costruttivo.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Hikikomori - Soli davanti ad uno schermo

March 9, 2017

1/1
Please reload

Post recenti

April 3, 2017

Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
  • LinkedIn Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • goccia_acqua_pic2
  • Google+ Social Icon